I dati aggiornati del mercato europeo dell’auto

Il mercato europeo del settore automotive, dopo il periodo nero conseguente all’avvento della pandemia da Covid19 che ha ridotto drasticamente i livelli di vendita e fatturato in tutto il Vecchio Continente, ha ricominciato a correre da almeno un anno a questa parte, facendo registrare percentuali di crescita costante e a doppia cifra.

In particolare per quanto riguarda il settore delle auto elettriche che in Europa ricopre una quota sempre più consistente dell’intero comparto, con l’Italia che, sebbene uno sviluppo rilevante di questa nicchia, risulta ancora indietro rispetto agli altri Paesi.

Malgrado i numeri, però, gli esperti non manifestano ancora completo entusiasmo, alla luce della distanza che esiste ancora rispetto al 2019, periodo prepandemico.

auto aziendali a noleggio elettriche o ibride

La situazione attuale del mercato europeo

L’Associazione dei costruttori di auto europea (ACEA) ha di recente pubblicato i dati relativi al mercato automotive europeo nel giugno 2023, evidenziando una crescita molto rilevante rispetto allo stesso periodo di riferimento del 2022. Nello specifico, le immatricolazioni sono aumentate del 18,7% nei Paesi dell’Europa Occidentale (UE, EFTA e UK), per un totale di circa 1 milione e 300 mila nuove auto vendute.

Prendendo in esame il primo semestre dell’anno in corso, vediamo ancora una dato positivo con una crescita del 17,6% rispetto ai dodici mesi precedenti, e immatricolazioni complessive pari a oltre 6,5 milioni di unità.

I Paesi dell’Unione Europea hanno avuto performance entusiasmanti a giugno 2023, compresi i quattro maggiori mercati, vale a dire Germania, con una crescita del 24,8%, Spagna del 13,3%, Francia del 11,5%. Fuori dal podio l’Italia con un +9,1%. Solo l’Ungheria ha fatto registrare un calo del 1,4%. In generale la UE ha raggiunto nei primi 6 mesi del 2023 5,4 milioni di nuove immatricolazioni, +17,9% rispetto al 2022, con Spagna in testa con un +24% seguita dal nostro Paese con +22,8% e dalla Francia e Germania, con una crescita rispettivamente del +15,3% e del +12,8%.

Come dicevamo, però, siamo ancora lontani dai volumi prepandemici, con ACEA che ha sottolineato una distanza pari al 21% rispetto al 2019, dovuta ancora agli strascichi relativi alle difficoltà di approvvigionamento.

La crescita delle auto elettriche

In grande spolvero anche il mercato europeo delle auto elettriche. Secondo il report di ACEA, infatti, le immatricolazioni di modelli alimentati a batteria sono state circa 160 mila, con una crescita del 66,2% rispetto allo stesso periodo del 2022, con una quota di mercato che ha raggiunto e superato il 15%, rispetto al precedente 10,7%.

Considerando i primi sei mesi appena trascorsi, l’acquisto auto elettrica è aumentato del 53,8% in confronto al 2022, arrivando a una quota superiore alle 700 mila unità vendute. La Nazione che ha vissuto lo sviluppo più consistente sono i Paesi Bassi, con un incredibile +90.1%, seguita da Germania, +64,4% e Francia, +52%.

Bene anche l’Italia con numeri in crescita in questo settore, anche se la tipologia di auto rappresenta ancora una quota molto minoritaria dell’intero comparto, poco più del 4% del totale. Le elettriche a giugno in Italia sono salite del 4,4%.

I motori maggiormente venduti a giugno sono quelli ibridi, con una quota pari al 34,8% delle preferenze d’acquisto, seguiti dai modelli a benzina, 28,5% e dai diesel con un 18,5% di share. Il GPL ha raggiunto una fetta dell’8,5%