Coperture metalliche: molto più di un semplice riparo

L’installazione di tettoie, generalmente in ferro o in metallo, è un’operazione tipica della carpenteria metallica che svolge principalmente una funzione protettiva, ma anche estetica. Le diverse coperture, che comprendono pannelli isolanti, lamiere grecate o coperture trasparenti, possono adattarsi ai vari ambienti per garantire anche una gradevole continuità stilistica.

La funzione protettiva delle coperture metalliche

Le coperture metalliche svolgono principalmente una funzione protettiva. Basta prendere come esempio un garage o capannoni dove sono custoditi vari prodotti industriali, articoli da spedire nei centri commerciali o nei negozi, auto, camion, furgoni aziendali e altri mezzi di trasporto. Gli agenti atmosferici rischiano di provocare danni anche piuttosto seri, se le coperture non sono solide.

Per questo motivo risulta fondamentale dotarsi di tettoie capaci di offrire prestazioni eccellenti sia in termini di protezione che di durata nel tempo.

In quali ambiti possono essere usate le coperture metalliche?

Esistono diverse tipologie di tettoie per esterni per ogni esigenza: principalmente sono indicate per capannoni industriali, per edifici, autolavaggi o come parcheggio per le auto e altri mezzi industriali. Le tettoie moderne, oltre ad offrire la massima protezione, sono dei veri elementi architettonici di design che si integrano perfettamente con l’ambiente circostante. Possono anche essere realizzate all’esterno di case con giardino, creando così uno spazio abitabile da condividere con amici e parenti durante le belle giornate di sole.

Perché scegliere tettoie in metallo?

Le tettoie in metallo fino a qualche anno fa venivano utilizzate esclusivamente nell’edilizia industriale. Oggi invece sono diventate un elemento di design ideale per varie destinazioni d’uso.

Un tetto in metallo risulta anche particolarmente economico in rapporto alla sua ottima resistenza e durata.

La principale caratteristica del metallo è appunto la resistenza all’usura e all’azione degli agenti atmosferici. Si stima che un tetto in metallo può durare da 40 ad 80 anni, garantendo una notevole resistenza al vento ed un eccellente drenaggio all’acqua.

Una copertura in metallo risulta più leggera rispetto ad una in calcestruzzo, condizione che permette di ottimizzare le spese relative alle strutture di supporto.

Quali materiali utilizzare per i tetti in metallo?

La scelta del materiale dipende dalla tipologia di edificio, dalla zona e dalle diverse esigenze estetiche e funzionali.

La lamiera veniva utilizzata principalmente nella realizzazione di coperture industriali, ma oggi ha trovato un’ampia diffusione anche nell’edilizia residenziale e commerciale. Risulta un materiale leggero e resistente alle sollecitazioni meccaniche, è facile da posare e particolarmente personalizzabile.

L’alluminio risulta resistente alla corrosione e presenta costi di manutenzione molto contenuti. Offre un notevole impatto estetico ed è facilmente lavorabile, perciò ha trovato un’ampia diffusione nell’edilizia urbana.

Un altro materiale molto gettonato è il rame, noto per la sua resistenza agli agenti atmosferici, la facilità di essere lavorato sia a caldo che a freddo, la leggerezza, la facile pulizia e la bassa manutenzione richiesta. Risulta però un materiale piuttosto costoso rispetto agli altri.

Per immobili che sorgono in zone particolarmente umide e piovose la soluzione migliore è l’acciaio galvanizzato. Le lastre, dopo la posa, vengono rivestite con uno strato protettivo di zinco. Questo particolare procedimento rende la copertura inattaccabile da ruggine, umidità ed altre intemperie. Risulta un materiale poco costoso ed estremamente duraturo.

Tettoie in ferro, scelta ideale per la copertura delle auto

Un discorso a parte meritano le tettoie in ferro, altro materiale molto apprezzato per le sue proprietà. La tettoia realizzata in ferro è una struttura rigida che funge da copertura esterna per superfici molto ampie, poggiando su dei pilastri oppure ancorata direttamente ai muri portanti.

Buona parte delle tettoie per auto è realizzata in ferro che, grazie alle sue peculiari caratteristiche, risulta un materiale indeformabile e stabile ed assicura una notevole resistenza e durata nel tempo. Per ottimizzarne le prestazioni e ridurre il peso complessivo, le tettoie in ferro sono generalmente realizzate con coperture isolanti in vetro, pvc, plexiglass o policarbonato.

Per la realizzazione di tettoie in ferro, è sicuramente consigliabile rivolgersi ad esperti del settore in grado di installarle tenendo conto delle pendenze, della tipologia di ambiente, dell’altitudine, della distanza dal mare e degli eventi atmosferici tipici della zona. Questi fattori possono influire in modo pesante sulla tenuta e sulla resistenza della tettoia, perciò è opportuno affidarsi ad az26iende professionali capaci di consigliare le leghe e le forme più indicate.

Il ferro è inoltre un materiale piuttosto versatile, che consente di apportare rapide modifiche a seconda delle esigenze. In caso di danni alla struttura, le parti possono essere smontate e cambiate rapidamente. Se per esempio si acquista una nuova auto, lo spazio sotto la pensilina in ferro potrebbe non essere più sufficiente. In tal caso non è necessario smontare la vecchia copertura ed installarne una nuova, ma basta ampliare quella già presente.

Chi desidera installare tettoie in parcheggi aziendali, autolavaggi, piazzali o concessionarie può tranquillamente realizzare più coperture a costi decisamente contenuti e sostenibili. La versatilità delle nuove coperture in ferro o in metallo è uno dei principali vantaggi in ambito edilizio, in un contesto in cui i cambiamenti sono sempre all’ordine del giorno e bisogna prevederli senza spendere troppe risorse in termini economici e di tempo.