HostMilano 2017: protagonisti gli arredi, la tecnologia e la tavola

Posted on Ott 16 2017 - 8:41am by admin

Le soluzioni, i materiali, le linee migliori. Dai layout degli arredi interni e outdoor, ai format più innovativi, passando per le prossime tendenze di stile, tutto quello che riguarda l’Arredo & Tavola ritorna a HostMilano 2017 (a fieramilano dal 20 al 24 ottobre) all’interno di un’area che mai come quest’anno promette di registrare un vero e proprio boom. In un manifestazione dove, a un mese dal taglio del nastro, i numeri parlano già di un successo rispetto a quella passata – saranno presenti più di 1.500 buyer da tutto il mondo, mentre 2.081 sono le aziende che hanno confermato la propria presenza, di cui 1.255 italiane (60,3%) e 826 estere (39,7%) in rappresentanza di 51 Paesi, con un incremento del 3,5% rispetto alla stessa data del 2015 – il padiglione dedicato ad Arredo, Tecnologia e Tavola conferma il suo trend inarrestabile di crescita. Il suo ‘peso’, infatti, in termini di tipologia merceologica delle aziende presenti è arrivato a sfiorare il 20% (18,8% per la precisione), contro il 43,7% del macrosettore Ristorazione professionale e Pane Pizza Pasta, e il 37,5% del Caffè Tea – Bar Macchine Caffè Vending – Gelato Pasticceria.

Il Made in Italy continua a crescere: export a +1,9% nel 2017
Tra new-entry e facce già note, sono molte le aziende del comparto dell’arredo che hanno già confermato la loro presenza ad HostMilano 2017: nel comparto Tavola, ad esempio, non mancheranno, Abert, Arc International, Bormioli Rocco, Celtex, De Buyer, Giblors, Ginori, Gold Plast, Masa, Mepra, Pasabahce, Pinti, Rak, Revol, Rivolta Camignani, Sambonet, Schoenwald, Siggi, Tognana, Zwiesel; per il comparto Arredo, ci sono Afa Arredamenti, Baero, Brianza Tende, Calligaris, Cierreesse, Costa Group, Emu, Fluidra, Kartell, Mise en Demeure, Myyour, Ombrellificio Veneto, Pedrali, Serralunga, Slide, Tecnoarredamenti, Vondom, Wallpepper, Zucchetti; il segmento Tecnologia vede l’adesione di Cei System, Gewiss, Gruppo Buffetti, Indelb, Vimar, Zucchetti.
Del resto, che lo stato di salute dell’intero comparto volga al sereno stabile lo si capisce osservando i dati del Made in Italy, con i numeri di Fiac/ANIMA, l’associazione che tutela le aziende produttrici italiane di articoli casalinghi: nel settore “Articoli casalinghi”, il valore della produzione nel 2016 (in totale si tratta di 865 milioni di euro) è leggermente cresciuto (+0,3%) rispetto al 2015. Ma non è finita, perché il trend di crescita indica come l’incremento possa continuare anche nel corso del 2017, arrivando a segnare addirittura un +2%. Buone notizie arrivano anche dal fronte dell’export (complessivamente 568 milioni di euro), a cui viene destinato il 66% della produzione; qui le esportazioni sono in aumento nel 2016 (+0,5%) rispetto all’anno precedente, e le previsioni ulteriormente positive (+1,9%) per il 2017. Sul fronte della domanda internazionale, la parte del leone continua a farla la Francia (105,6 milioni), seguita da Germania, Stati Uniti, Svizzera e Spagna a completare la top 5 di una classifica che vede ancora in testa la Ue-28 (59%), seguita da Asia (11,1%) e America del Nord (8,4%).

All’interno dello spazio Arredo, Tecnologia e Tavola torna EXIHS
Un mix delle soluzioni ottimali per l’arredo e la tavola, da quelle più innovative a quelle più tradizionali, declinate attraverso i format più originali realizzati da architetti, designer e art director di livello internazionale: ad HostMilano 2017 lo spazio Arredo, Tecnologia e Tavola si presenta ricco come non mai di tutto ciò che è novità in questo settore, ideato apposta per ripensare l’ambiente hospitality in chiave creativa in una vera e propria full immersion totalizzante, dove respirare design e scoprire idee oltre ai prodotti. Ecco allora, all’interno degli spazi espositivi, tavoli e sedute per interni ed esterni, e complementi d’arredo in genere. E a fianco, le idee: con concept store e allestimenti “ibridi”, dove le tecnologie che caratterizzano ogni aspetto del tema arredo – a cominciare dalla scelta di materiali inediti, ricercati ed eco-friendly – giocano un ruolo ormai di primo piano. Ma l’aria di novità continua anche quando si passa alle proposte per la tavola, dove tra plastiche e vetri artigianali, legni e porcellane, si presentano le regole della “bella tavola” di domani, all’insegna di praticità, estetica ed esigenze di ecosostenibilità, sia che si parli di Tableware che di abbigliamento professionale.
A dare un ulteriore tocco di novità a questa macroarea espositiva arriva poi il progetto “esclusivo per definizione”: EXIHS, Excellent Italian Hospitality Services, lo spazio espositivo pensato dal regista e scenografo teatrale Davide Rampello, che ha dato vita al racconto dell’installazione, tradotta poi nella pratica dall’architetto Dante O. Benini. Dedicata al contract d’eccellenza e all’accoglienza VIP, l’installazione servirà per ripercorrere la storia dell’accoglienza del nostro Paese attraverso una vera e propria performance, in cui la scelta delle soluzioni architettoniche e dei materiali diventa un’opera d’arte.

In scena premi, seminari di approfondimento e contest ‘live’
Non solo appuntamenti b2b o meeting business. Una delle caratteristiche che rendonoHostMilano 2017un punto di riferimento irrinunciabile nel panorama fieristico internazionale sono gli oltre 500 eventi previsti tra workshop, occasioni di formazione, tavole rotonde e show-cooking. Così, sarà tutta all’insegna dell’innovazione e della creatività un evento come HOSThinking – 10 Designer per 100 Prodotti, in collaborazione con POLI.design e con il patrocinio di ADI – Associazione Italiana per il Disegno Industriale. Un appuntamento ‘live’ durante il quale 10 designer selezioneranno 100 soluzioni tra quelle ideate dagli oltre 2.000 exhibitor presenti in fiera. I progetti dovranno riguardare la creazione di nuove esperienze e scenari d’uso nell’ospitalità: dai format di interior design, a quelli per food, retail, settore alberghiero, passando per prodotti per l’arredo, la tavola e il living. È invece un riconoscimento all’innovazione nel settore hospitalitySmart Label, l’etichetta che segnala l’innovazione promossa da HostMilano con POLI.design e con il patrocinio di ADI – Associazione Italiana per il Disegno Industrial, destinata a quei prodotti/servizi/progetti che si sono distinti in termini di funzionalità, tecnologie, sostenibilità ambientale o design.
Tra gli appuntamenti più “caldi” dello spazio Arredo, Tecnologia e Tavola ci sarà anche Futurbar Green; un iniziativa speciale di HostMilano 2017, un vero e proprio prototipo realistico di allestimento per un locale Ho.Re.Ca. ecosostenibile di circa 300 mq, al cui interno le aziende e i distributori interessati potranno essere presenti ed esporre i propri prodotti (arredi, tecnologie, attrezzature e servizi). È giunto invece alla terza edizione un evento come il Premio Internazionale di Architettura e Design “BAR/RISTORANTI/HOTEL D’AUTORE 2017”, curato da IN/ARCH, Gambero Rosso, Dipartimento Architettura-Università degli Studi di Roma Tre, Artribune, Archilovers e HostMilano, con il patrocinio di ADI – Associazione per il disegno Industriale e in partnership con FederlegnoArredo. Chiude la serie di eventi in programma l’aggiornamento professionale con due incontri per architetti ed esperti del settore, user experience e percezione nelle soluzioni, nei prodotti, nei servizi per l’ospitalità eospitalità 4.0, servizi e prodotti per l’ospitalità contemporanea.